Gli aminoacidi a cosa servono? Sono presenti in natura nel corpo. Sono composti contenenti azoto che compongono la struttura delle proteine ​​e si dice che siano essenziali per mantenere un metabolismo sano.

Quando vengono analizzati separatamente, sembra che ogni singolo amminoacido abbia una funzione ben precisa, ma esistono prove scientifiche sufficienti per dimostrare che un qualsiasi amminoacido può fare il suo lavoro senza l’aiuto di altri.

Prima di proseguire ecco un video di Prozis Italia dove vengono spiegati gli Integratori BCAA – Come e Quando Usarli:

Come gruppo, gli aminoacidi possono essere coinvolti in reazioni chimiche nel corpo, e alla domanda:

Gli aminoacidi a cosa servono precisamente? Ecco 8 buoni motivi per farne uso:

  • Promuovere la crescita dei tessuti e la riparazione
  • Regolare l’umore
  • Proteggere i nervi e favorire la funzione del sistema nervoso
  • Crescere e mantenere la salute delle ossa e la funzione dello scheletro
  • Sintetizzare le proteine ​​necessarie per la crescita muscolare
  • Non favorire il catabolismo
  • Aiuta a mantenere la pelle liscia, umida e sana
  • Mantenere il tessuto sano del cervello 

Sebbene nella documentazione non ufficiale si fanno riferimento a 23 tipi diversi di aminoacidi nel corpo, 20 sono presunte costituenti principali della proteina. Otto dei 20 sono considerati “essenziali” per la buona salute e devono essere ottenuti attraverso fonti di cibo assimilati da una dieta o da un’ integrazione. Tre degli otto sono considerati aminoacidi a catena ramificata (BCAA) in fase di studio per il loro potenziale nel ridurre il catabolismo muscolare e grasso corporeo, rafforzare il sistema immunitario e la potenza del cervello.

Super Report Gratuito

un fisico da gara in soli 90 giorni

Un Fisico da Gara in soli 90 giorni

Scarica GRATUITAMENTE questo Super Report ormai condiviso da oltre 3000 persone 🙂

Fammi vedere

Otto aminoacidi essenziali

1) Il triptofano è l’aminoacido che provoca sonnolenza dopo aver mangiato del tacchino. Il Triptofano urta i livelli di serotonina nel cervello, influenzando l’umore, l’appetito e la vostra propensione alla dipendenza. Il Triptofano aiuta anche la sintesi di melatonina e, pertanto, può influenzare i cicli di sonno.

2) Una ricerca sulla Lisina suggerisce che questo aminoacido può avere un impatto positivo sulle l’infiammazioni, rafforzare le ossa e le articolazioni, tra gli altri vantaggi. Al momento in cui scriviamo, studi medici hanno indicato che la lisina può aiutare l’osteoporosi e l’herpes.

3) La metionina aiuta la ripartizione dei grassi e l’apparato digerente. La metionina è presente in molti integratori e può essere convertita in cisteina, un precursore del glutatione (un tripeptide che svolge un ruolo nel metabolismo dei nutrienti, la regolazione di eventi cellulari ed è di primaria importanza nella disintossicazione del fegato) .

4) La fenilalanina è un amminoacido che influenza negativamente le persone con PKU (fenilchetonuria) ed è presente in una quantità pari al 50% circa nel dolcificante artificiale aspartame. Molti nutrizionisti sostengono che, quando isolato come nutriente e consumato al di fuori di un regime equilibrato di aminoacidi, la fenilalanina può fare più male che bene.

La fenilalanina è un precursore di sostanze chimiche del cervello noradrenalina e dopamina, che sono entrambi legati al comportamento e la propensione alla dipendenza. E ‘consigliabile consultare un medico per quanto riguarda l’impatto di questo aminoacido sulla salute individuale prima di farne uso.

5) La Treonina è indicata per aiutare la produzione di collagene ed elastina. La Treonina può rafforzare il sistema immunitario stimolando la produzione di anticorpi e cellule, e promuovere la crescita e l’attività del timo.

6) La Valina è uno dei tre aminoacidi a catena ramificata (BCAA), utilizzato dal corpo come energia per il muscolo. Aiuta nella crescita muscolare e nel recupero e aiuta l’equilibrio di azoto nel corpo. Come aminoacidi ramificati, la valina lavora a braccetto con leucina e isoleucina per smussare i livelli di cortisolo nel corpo, un ormone responsabile del catabolismo muscolare.

7) La leucina è un aminoacido a catena ramificata che aiuta a regolare lo zucchero nel sangue ed a far crescere e riparare il tessuto muscolare. la Leucina aiuta i muscoli a riprendersi da ferite e traumi e svolge un ruolo nella regolazione di energia nel corpo. Essa può aiutare a prevenire il catabolismo muscolare.

8) L’isoleucina è un aminoacido a catena ramificata coinvolto nella coagulazione del sangue e la formazione di emoglobina (una proteina contenuta nei globuli rossi che trasporta l’ossigeno). L’ isoleucina assiste la regolazione di zucchero nel sangue ed i livelli di energia nel corpo.

Importanti amminoacidi non essenziali

Dei dodici aminoacidi “non essenziali” , tre hanno guadagnato l’attenzione popolare, soprattutto per chi ama la ricerca è la nascente importanza degli aminoacidi non essenziali in una dieta.

La glicina aiuta il trasporto di ossigeno per le cellule. Essa svolge un ruolo chiave nella produzione di ormoni e forza del sistema immunitario.

L’acido glutammico è indicato per aiutare l’acutezza mentale, la velocità di guarigione e di combattere la stanchezza.

La serina produce anticorpi per il sistema immunitario e le fibre nervose scudi. La serina fornisce un accumulo di glucosio per fegato e muscoli.

I rimanenti nove aminoacidi non essenziali, sono tutti prodotti dal corpo in condizioni sane e includono:

  • Alanina
  • Arginina
  • Asparagina
  • Acido aspartico
  • Cisteina
  • Glutammina Istidina
  • Prolina e tirosina.

Fonti di aminoacidi

Ogni pianta viva e animale si dice che contengano aminoacidi, ma in vari tipi e quantità. Fonti di aminoacidi animali includono: latticini, carne rossa, pesce e pollame, mentre fonti di aminoacidi vegetali comprendono: noci, cereali, fagioli, piselli e soia – in sostanza, ovunque si verifica proteine ​​vegetali.

L’ integrazione di aminoacidi ha ottenuto negli ultimi anni il riconoscimento sostanziale da molti nutrizionisti e società di integratori alimentari, ma sostanzialmente i benefici di questa integrazione rimane relativamente priva di fondamento.

La maggior parte dei nutrizionisti e dietologi concordano sul fatto che gran parte delle persone consumano quantità adeguate di aminoacidi attraverso una dieta equilibrata. Tuttavia, gli individui clinicamente compromessi e quelli che non mangiano abbastanza proteine ​​possono essere a rischio di carenza.

Benefici degli aminoacidi e reclami

Gli Integratori di aminoacidi per il  fitness, la perdita di peso e alcuni disturbi psicologici e fisiologici cronici sono stati aggressivamente promossi e venduti negli Stati Uniti, nonostante la mancanza di evidenze cliniche a sostegno della loro efficacia e sulla salute.

Nonostante ciò, reclami eseguiti nei confronti di società di integratori alimentari, (il quale asseriscono  che un integrazione di aminoacidi può migliorare la forza muscolare e la dimensione dei culturisti e migliorare la resistenza negli atleti),  rimangono prive di fondamento.

Le aziende di integratori sostengono che, poiché gli aminoacidi sono fondamentali per la formazione di ossido nitrico (NO) nel corpo (e NO aumenta il flusso di sangue) più nutrienti sono consegnati ai muscoli, facendoli crescere. I critici dicono, però, che questa crescita può essere temporanea e semplicemente il risultato di accresciuta ritenzione idrica da muscoli.

L’uso olistico di aminoacidi è indicato per stabilizzare i disturbi dell’umore, alleviare i sintomi di allergia, ridurre il rischio di problemi cardiaci e gastrointestinali, l’equilibrio del colesterolo e di zucchero nel sangue, è indicato inoltre per la debolezza muscolare e l’affaticamento, favorisce il sonno e aiuta nei disturbi di attenzione migliorando notevolmente la funzione cognitiva; purtroppo però tutti questi vantaggi rimangono, in questo momento, senza un merito scientifico ben preciso.

Sicurezza ed effetti collaterali degli aminoacidi 

L’integrazione di aminoacidi è un concetto relativamente nuovo, vi sono segnalazioni ancora di effetti avversi, tossicità, sovra-dosaggio o interazioni con i farmaci, integratori alimentari, alimenti o erbe. Nonostante, questo potrebbe cambiare in un prossimo futuro, considerando che la comunità medica continua ad isolare gli amminoacidi ed esplorare il loro uso in prodotti farmaceutici. Gli effetti a lungo termine della supplementazione di aminoacidi non sono ancora evidenti.

Creatina

La creatina è essenzialmente una combinazione di aminoacidi tra arginina, glicina e metionina ed è prodotto dal pancreas, reni e dal fegato in piccole quantità. La creatina monoidrato è diventata uno dei più popolari integratori bodybuilding sul mercato perché gli studi scientifici a largo spettro e le tattiche di marketing aggressive sono state sufficienti a convincere il mondo atletico che la supplementazione di creatina può abilitare le straordinarie spinte di energia utile per sollevatori di pesi, velocisti e altri atleti.

La produzione naturale di creatina nel corpo, che si esaurisce così velocemente durante l’esercizio intenso, induce dietologi e nutrizionisti a teorizzare che la creatina è un modo per migliorare le prestazioni atletiche.

Nonostante la fede di milioni che la creatina è un supplemento bodybuilding efficace, che può migliorare il tono e la forza muscolare e migliorare i livelli di resistenza, la scienza deve ancora convalidare i reclami per l’efficacia di quest’ultima.

 

Super Report Gratuito

un fisico da gara in soli 90 giorni

Un Fisico da Gara in soli 90 giorni

Scarica GRATUITAMENTE questo Super Report ormai condiviso da oltre 3000 persone 🙂

Fammi vedere

Commenta anche tu

commenti