Allenamento aerobico: sono una serie di esercizi che aumentano la frequenza cardiaca,  basandosi ancora sul metabolismo aerobico. Una buona regola pratica per sapere se si è in zona aerobica è che si può portare avanti una conversazione mentre ci si allena, ma non si può cantare.

L’allenamento aerobico aumenta la resistenza complessiva provocando cambiamenti fisiologici per il sistema cardiovascolare. L’esercizio aerobico rafforza il muscolo cardiaco, permettendo così di essere più efficiente.

Aumenta la quantità di sangue che può essere pompato con un battito del tuo cuore. Come questo aumenta, la frequenza cardiaca a riposo si riduce perché ci vuole un minor numero di battiti per pompare la stessa quantità di sangue.

Una tipica frequenza cardiaca a riposo è tra i 65-100 battiti al minuto. Atleti ben allenati possono avere una frequenza cardiaca di 35-40 battiti al minuto. La minima frequenza cardiaca registrata è stata di 28 battiti al minuto, registrati sul ciclista spagnolo, Miguel Indurain.

Prima di proseguire desidero, per un maggior approfondimento,  postarti questo video di IMP trainer dove ti fa’ vedere un Allenamento aerobico con esercizi a corpo libero:

Allenamento aerobico: provoca anche una serie di altre modifiche che aumentano la capacità aerobica:

  • Aumenta il numero di capillari per nutrire i muscoli in modo che il sangue viene consegnato in modo più efficiente
  • Aumenta il numero di globuli rossi e il volume totale di sangue, aumentando così la quantità totale di emoglobina maggiore, permettendo più ossigeno da consegnare.
  • A livello cellulare, migliora la capacità delle cellule muscolari utilizzando il metabolismo aerobico
  • Aumenta sia il numero e le dimensioni dei mitocondri nelle cellule muscolari.
  • Aumenta l’attività degli enzimi all’interno dei mitocondri che sono necessari per il metabolismo aerobico e la ripartizione di acido grasso
  • Aumenta la disponibilità e il trasporto degli acidi grassi nei mitocondri
  • Aumenta l’ossidazione e lo stoccaggio dei trigliceridi nel muscolo
  • Edifica la capacità delle cellule muscolari abruciare gli acidi grassi per la produzione di ATP (Adenosite Tri Fosfato). Usando acidi grassi al posto del glicogeno, ritarda l’insorgenza della fatica muscolare.
  • Aumenta la capacità di immagazzinare glicogeno

Vi sono Atleti allenati ad immagazzinare più glicogenoche usano più lentamente e, di conseguenza, possono esercitare l’allenamento aerobico per lunghi periodi con più intensità rispetto ad una persona non addestrata. Una persona condizionata può operare anche ad una maggiore intensità prima che si inizi a sviluppare l’acido lattico.

Super Report Gratuito

un fisico da gara in soli 90 giorni

Un Fisico da Gara in soli 90 giorni

Scarica GRATUITAMENTE questo Super Report ormai condiviso da oltre 3000 persone 🙂

Commenta anche tu

commenti